SCIESOPOLI

campi di internamento libero

Ben 618 Comuni italiani furono scelti come “campi di internamento libero”, e circa 8 mila ebrei vennero costretti a questo tipo di prigionia.

Ferramonti, comune di Tarsia in provincia di Cosenza, fu il più grande campo che raccolse prevalentemente ebrei stranieri. Era in una zona isolata, malsana e priva d’acqua, che si riempì presto di internati ebrei e raggiunse il numero di circa due mila internati.

FOTO – Immagini del campo di Ferramonti