SCIESOPOLI

Alcuni dei "benefattori" fascisti di Sciesopoli

– Jenner Mataloni (1898-1968), ebbe un ruolo dirigenziale nella conduzione della colonia, era sovrintendente alla Scala di Milano nel 1932-1942 e presidente della Provincia di Milano; nel dicembre 1939 decise di mettere al bando dal Teatro della Scala non solo gli artisti, ma persino il pubblico ebreo. Agli spettatori non ariani fu richiesto di riconsegnare gli abbonamenti e di non recarsi piĆ¹ agli spettacoli della Scala
– Aldo Borelli, direttore del Corriere della Sera.
– Mario, Aldo e Vittorio Crespi, famiglia bergamasca di Nembro, proprietaria del cotonificio che dava lavoro a oltre mille operai, del “Corriere della Sera”, di varie dighe e di tre centrali idroelettriche.