SCIESOPOLI

Il coro

A portare una ventata di vitalità nella casa e divenirne quasi il simbolo fu il coro, composto da 25 ragazzi. Moshe Zeiri insegnava anche recitazione e il gruppo teatrale preparava lavori per Hannukà, Purim e Pasqua.” Aharon Megged

 

foto1 – Rappresentazione teatrale sulla gradinata di Sciesopoli

foto2 – Il coro diretto da Moshe Zeiri, fu lo strumento educativo principale per la nuova vita degli orfani ebrei di Selvino, fulcro delle attività culturali